Sport e Escursioni

Levico a la Valsugana in mountain bike
Sport e Escursioni
Sport e Escursioni

Sport e Escursioni

Itinerari cicloturistici da Levico sulle montagne del Lagorai

Levico-Desene-Malga Trenca-Serot-Cinque Valli-Levico:
Da Levico verso Novaledo lungo la vecchia statale, poi proseguire verso Roncegno. All'altezza del torrente Larganza, potete tagliare e raggiungere Roncegno costeggiando in breve e ripida salita il torrente sulla sua sx orografica sino al ponte, quindi girate a dx, aggirate la chiesa e raggiungete la strada che porta verso Torcegno. Poco prima di arrivare a Torcegno si sceglie la deviazione a sx verso monte (indicazione: ristorante "le Betulle", o "la Stua").
Ora inizia la salita vera e propria, immersa nel bosco prima di abeti e poi di larici, sino a malga Desene di sotto. Quindi lieve salita sino a Desene di sopra. Proseguendo, seguire indicazioni per Malga Trenca: un'ultimo tratto di salita su sterrata vi permetterà di raggiungere quota 1620, per poi scendere verso il rifugio Serot. Da qui vale la pena fare una piccola deviazione, anche a piedi, per raggiungere l'incantevole laghetto delle Prese (vedi foto). Se invece si è stufi di salite, scendere sino al ristorante Le Pozze, e poi ancora sino a Roncegno, e da qui rientrare a Levico. Ma c'è un'alternativa che vi riporta a Levico rimanendo in montagna, con un'altro piccolo sforzo: dal ristorante le Pozze, scendere sino ad incontrare il bivio sulla destra per Cinque valli. Per questa strada, ancora in non impegnativa salita, si raggiunge malga Erteli, Malga cinque valli, e finalmente si prosegue in discesa verso Levico, lungo la strada dei Baiti (ristorante albergo il Cacciatore).

Levico (500mt) - Suerta (1400 mt) (30 km ca.)
Altro bell'itinerario sulle pendici soleggiate sopra Roncegno e Torcegno, che ti porta alle pendici di cima Sette Selle.
Facile vedere gruppi di camosci pascolare sui ripidi declivi prativi.
Raccomandiamo di non rinunciare a salire sino a malga sette selle o addirittura sino a forcella d'Ezze, lasciando la bicicletta a Suerta.

Ecco alcune tappe: Levico - Roncegno -Telve.
Poco prima di Torcegno devia verso Campestrini, e sali per ripida asfaltata sino a Suerta. Da qui possibilità di molte escursioni a piedi. Per una descrizione più dettagliata chiedete a Luigi, all'hotel Romanda di Levico. Intanto ecco qui delle foto fatte a marzo 2005

Levico - malga sette selle

f. 3: malga Mendana (1 oretta di cammino da Suerta)

Levico - Roncegno - Torcegno (bivio rist. le betulle") - malga sette selle
Altro itinerario nelle montagne a nord-est di Levico Terme. L'approccio da Levico è un pò lunghetto, ma così potete riscaldarvi i muscoli. La salita inizia dopo 14 km facili facili a Roncegno: su ampia provinciale seguite le indicazioni per Torcegno. Quando trovate l'indicazione per ristorante "Le Betulle", seguite l'indicazione su strada stretta ma asfaltata. In località Sant'Antonio scegliere le indicazioni per Stallon - malga sette selle. La salita più ripida comincia dopo il ponte ......
Raggiunti i 1500 mt una serie di ripidi tornanti vi fanno presto prender quota, e l'asfalto cede il passo a strada sterrata. L'ultimo tratto ci si rilassa seguendo un falso piano che "scollina" portandovi dal versante sud-ovest al versante sud-est, per raggiungere finalmente la malga sette selle a quota 1905 mt. Ritorno dalla stessa strada, oppure (con un buon paio di scarpette o meglio di scarponi) si scende in una ora in località Suerta (vedi capitolo dedicato).

 all' hotel Romanda con...
 - rimessa custodita per la tua bicicletta
 - convenzione con officina
 - noleggio mountain bike
 - info point
 - mappe dei percorsi con descrizione e dislivelli
 - servizio lavanderia e asciugatura
 - prima colazione rinforzata
 - da giugno a settembre, ogni domenica uscite guidate con istruttore [More]

Accesso agli Altipiani in mountain bike

come raggiungere gli altipiani di Vezzena, Lavarone e dei 7 comuni in bicicletta

Levico - Grigno - Marcesina - Castelloni di San Marco

Ecco un itinerario che individua un facile accesso agli altipiani dei sette comuni, alternativo alla nostra "Kaiser-Jäger Strasse".
Il bello è che tocca alcuni punti di grande interesse paesaggistico e culturale: sopratutto voglio citare il riparo Dalmeri (insediamento di cacciatori di 12.000 anni fa!) e il labirinto dei Castelloni di San Marco (un dedalo di strane formazioni calcaree con trincee rocciose, gradoni, cunicoli naturali).
Da Levico segui la ciclabile "Destra Brenta" sino a Selva di Grigno (oppure fai come me: prendi il treno in direzione Bassano sino a Grigno (meno di mezz'ora di treno con servizio trasporto biciclette).
Da Selva di Grigno segui la strada appena asfaltata (verrà aperta definitivamente al traffico entro l'estate 2007) che sale agli altipiani (Malga Marcesina...). Prosegui verso il rifugio "Alla Barricata" (quota 1351 mt). D'ora in poi continui per strada sterrata, prima verso Malga Scura (nei pressi), e poi tenendo la sinistra (insomma, verso ovest, nord-ovest) raggiungi prima le strane muraglie naturali di Tiffgruba (utilizzate nella prima guerra mondiale come ospedale militare), e poi malga Fossetta (1660 mt). Ora prosegui a piedi e in 1 ora e 40 raggiungi il labirinto dei Castelloni di San Marco, percorso ben segnato di 48 tappe da percorrere in meno di un'ora.
Tornare per lo stesso percorso e riprendere la strada asfaltata per Grigno.
Per chi ha ancora voglia di emozioni, ecco un'interessante deviazione sulla strada del ritorno: dopo il rif. Alla Barricata, state attenti alle deviazioni sulla vostra sinistra: dovete prendere la terza deviazione dopo malga Campo Capra! (intendendo la prima per Giogomalo, la seconda per il sentiero della Pertica, e la terza per riparo Dalmeri). Insisto perchè non ricordo se la segnaletica sia molto evidente. Ora scendete x stradina sino al bivio per il riparo Dalmeri (se è estate e avete fortuna, magari trovate il sito aperto, con gli archeologi che scavano: è comunque molto suggestivo vedere questo tetto naturale di roccia e immaginare con una certa vertigine i nostri antenati cacciatori di migliaia di anni fa!) Ripresa la forestale che scende verso valle, non fatevi assalire dallo sconforto quando questa si interrompe bruscamente. Il vostro compito è ora trovare il sentiero "della Pertica" seguendo un'incerta traccia in un bosco molto scosceso. Per un pò vi dovete rassegnare a portare la bici a mano. In un modo o nell'altro ritroverete il sentiero segnato, continuerete un'altro tratto a piedi per poi sbucare più a valle sulla stessa strada asfaltata che avete percorso all'andata.
Dislivelli: Grigno 255mt, Rif. alla Barricata 1351mt, Malga Fossetta 1660mt, Castelloni di San Marco 1830mt, Riparo Dalmeri 1200mt
 
Riferimenti e Link: le descrizioni che potete trovare in internet o su guide generalmente partono dai sette comuni. Belle foto dei Castelloni di san Marco su www.magicoveneto.it

Levico - Malga Marcai - Porta Manazzo - Bocchetta Portule - Bivio Italia - Rifugio Barricata - Grigno - Levico

Itinerario consigliabile solo con buone condizioni metereologiche e giornate lunghe: sono più di 80 km prevalentemente in sterrata e in quota.
 In attesa di rifare il percorso con un altimetro e un contachilometri, ecco alcune indicazioni
 Levico 500mt slm - Spiazzo Alto (pressi Monterovere) 1291 mt slm = 13 km ca.= ore 1,30
 Spiazzo Alto - Baita Cangi 1370mt = 5 km = ore 0,30
 Baita Cangi - Porta Manazzo 1795mt = 12 km
 Porta Manazzo - Malga Larici (1625mt) - bocchetta Portule (1937mt ) = 7 km ca?
 bocchetta Portule - bivio Campo Gallina (1787mt) - Selletta Gen. Mecenseffy (2055mt) = 7 km ca?
 Selletta Gen. Mecenseffy - Bivio Italia - rif. la Barricata (1351mt) = 19 km
 rif. la Barricata - Grigno (255mt) = 20 km ca: attenzione! probabilmente adesso è a senso unico!
 totale: 80 km e 2150 mt di salita
 tempi: 10 ore con poche soste e alcuni tratti nei quali devi spingere a piedi
 PS: Chi conosce questi posti potrebbe darmi una mano a riordinare i tempi?

Levico - Vetriolo - La Bassa - Oschivart - Prati Imperiali - Fierozzo - Zivignago – Levico

  • Ciclabile del Brenta

itinerario facile, anche per famiglie

Destra Brenta:
percorso ottimo anche per famiglie: Lungo la sponda del fiume, alle pendici del gruppo Cima 12 - Ortigara. Oltre 40 km di lieve sali-scendi con possibilità di raggiungere Bassano e di tornare in treno da uno qualsiasi dei paesi della Bassa Valsugana!
punti di interesse: Novaledo/lago morto: pista bici-cross; Novaledo/lago morto: punto di sosta con giochi per bimbi; S.Silvestro: chiesetta del '500 con tracce di affreschi; prima di Borgo: maso Dordi ('800); Borgo Valsugana: centro storico, mercato di valle il mercoledì, stazione ffss; Selva di Grigno: cascate e pozza della Bigonda; Grigno: biotopo dei Fontanazzi, stazione ffss. Primolano: stazione FFSS -  incontri possibili: airone cinerino.
L'ultimo tratto di ciclabile porta a Bassano, attraversando posti incantevoli come le grotte di Oliero, entrando nei tipici paesini (Solagna, Valstagna...) posti al termine delle "vie del tabacco" che salivano agli altipiani di Asiago. Divertente la passerella in griglia metallica che serve a superare la stretta gola che il fiume Brenta scava prima di aprirsi alla pianura e raggiungere Bassano.

Newsletter
  • hotel romanda notturno

    hotel romanda levico, facciata notturna

  • reception hotel romanda

    hotel romanda, levico, reception

  • stanza del canonico

    stanza classic "del canonico", hotel romanda, levico

  • sala da pranzo

    sala da pranzo, hotel romanda di levico

  • parco di levico e villa paradiso

    a Levico, vicino all'hotel Romandaparco dell'inizio novecento, con villa Paradiso